Posizione: Home PageLista delle pubblicazioniSpecifica pubblicazione
Il libro di Tommy Letteratura gender
Titolo: Il libro di Tommy
Autore: Beppato Giuliana, Scarano Maria Tina
Editore: Il Dito e la Luna
Anno: 2010
Pagine:
Destinatari: Preadolescenti
Descrizione:

Manuale didattico su scuola e omogenitorialità.

La pubblicazione de "Il libro di Tommi" è statapromossa e finanziata dall'Associazione "Famiglie Arcobaleno", che dalla sua fondazione lavora per rendere migliore l'incontro tra le famiglie omogenitoriali e la scuola. Questo volume ha ricevuto il Patrocinio della Città di Torino.
Negli ultimi anni in Italia si è assistito ad una crescita esponenziale di bambini e bambine nati e/o cresciuti in famiglie con uno o più genitori omosessuali.
La scuola è il primo luogo di incontro istituzionale che si è confrontato con queste nuove realtà.
Il libro di Tommi descrive questo incontro partendo dall'esperienza dei protagonisti (bambini, genitori e insegnanti) che raccontano quei momenti non previsti che provocano imbarazzi stereotipati, criticità, mancanza di proposte didattiche adeguate alle realtà presenti in classe.
Il libro di Tommi si propone come strumento di riflessione operativa. La finalità è quella di fornire una conoscenza dei contesti di crescita dei bambini con famiglie omogenitoriali, offrire indicazioni su come facilitare la comunicazione tra scuola e famiglia, favorire l'inserimento dei bambini nel contesto classe, proporre una didattica che tenga conto della pluralità delle situazioni familiari da cui i bambini provengono, prevenire gli "imbarazzismi" che si creano in alcune situazioni proponendo modalità di approccio, non certo esaustive ma di stimolo e di esempio.

 

Le autrici:

Giuliana Beppato, psicologa e psicoterapeuta, lavora in una Unità Operativa di Psichiatria e in una di Neuropsichiatria Infantile nell'hinterland milanese. Socia fondatrice dell'associazione Famiglie Arcobaleno, è referente del gruppo "scuola e formazione", partecipa ad incontri di formazione per insegnanti e con gruppi classe sull'omogenitorialità.
Sposata in Massachusset (USA) nel 2008 dopo diciassette anni di convivenza con la propria compagna, con la quale ha avuto tre figli grazie alla procreazione medicalmente assistita.

Maria Tina Scarano, laureata in Servizio Sociale all'università di Trieste, lavora presso il Comune di Torino nelle Aree Minori e Accoglienza. Socia fondatrice dell'associazione Famiglie Arcobaleno, è referente del gruppo "scuola e formazione" per il quale è stata relatrice in vari convegni a carattere nazionale e in percorsi formativi indirizzati ad insegnanti e dirigenti didattici/che.
Co-genitrice di Michele Uriel e Nihad vive con la sua compagna Terry nelle colline astigiane.

Data di pubblicazione: sabato 17 gennaio 2015
Il Coordinamento Famiglie Trentine è lieto di annoverare in tutto il Trentino e nel resto d'Italia amici, sostenitori e simpatizzanti. A tal proposito, si sottolinea che la posizione ufficiale dell’Associazione è solo quella espressa sul sito www.coordinamentofamiglietrentine.it. Sono autorizzati a parlare in nome e per conto del Coordinamento Famiglie Trentine solo le persone che hanno esplicito mandato dal Comitato direttivo. Si diffida chiunque dal parlare per conto del Coordinamento Famiglie Trentine e si diffidano i giornalisti a utilizzarne il nome o ad accostarlo a terzi previa esplicito consenso, ai sensi della normativa vigente (art. 6 e 7 c.c.)​.